Esistono due categorie di persone. Chi ama le ricorrenze come il Natale o il compleanno e chi ne rimane totalmente indifferente.

Chi confeziona, impasta, impacchetta, infiocchetta, si prepara e avverte un sentimento di ritrovata generosità e pace cercando ci coinvolgere tutti, conoscenti e sconosciuti. Chi, invece, prova un velo di malinconia, disapprovazione o indifferenza si lascia più o meno trascinare dai primi.

Difficilmente, causa accuse e ricatti, i secondi sono esonerati all’acquisto e ricezione doni. In ogni caso dopo il Natale, amanti o indifferenti delle feste si ritrovano le case piene di regali inutili, indesiderati e a volte doppioni. Che farne?

Ormai per gli italiani rientra tutto nella norma, per cui da parecchi anni hanno anche trovato delle soluzioni, guadagnandoci anche qualcosina. Da anni è stata monitorato un aumento notevole di merce venduta su siti e-commerce come e-bay a ridosso delle vacanze natalize. In questi siti, facile ed accessibili a tutti, è possibile visionare prodotti con fotografie,  descrizioni, asta e feedback del venditore.

Ma prima di vendere il regalo ancora impacchettato, vediamo altre soluzioni altrettanto valide ed interessanti.

Sostituire il regalo senza offendere il donatore; infatti se conserva lo scontrino potete chiedere di cambiare colore, taglia o modello con la scusa di avere un oggetto o vestito simile.

Donare subito l’indesiderato a qualcun altro a cui potrebbe realmente servire. Avere doppioni che riempiono il guardaroba è inutile: un atto di generosità sarà sempre ben ricompensato.

Le feste sono appena concluse ma è sempre bello incontrarsi e prolungare ancora i festeggiamenti: organizza un divertente swap party con gli amici e conoscenti. Per chi non ne avesse mai sentito parlare, si tratta di un baratto di vestiti o oggetti. Esistono swap party domestici,  in cui non rischi di essere scoperto, e quelli pubblici, più grandi e divertenti! Ultimo consiglio, regalare i doni inutilizzati ai mercatini di beneficenza, associazioni rionali di beneficenza.

Sorry, Comments are closed.