Eccoti giunto alla fatidica soglia del diploma, adesso inizia la scelta più difficile: quale facoltà universitaria scegliere? E poi ci sono tutta una serie di problemi organizzativi quali trovare, gestire e dividere una casa, saper gestire il denaro che si ha disposizione, informarsi e riuscire ad accedere alle borse di studio, ottenere le sovvenzioni che vi spettano e così via.

Ma partiamo dal primo punto, come scegliere casa risparmiando. Innanzitutto tieni presente che più sei vicino all’università e più le case costano, tuttavia non è consigliabile nemmeno scegliere delle abitazioni che si trovino troppo in periferia perché alla fine spendereste ugualmente molto per i trasporti. Quindi, cerca di trovare una via di mezzo e di risparmiare piuttosto dividendo la casa e addirittura la camera con altri studenti.

Se rientri nei requisiti richiesti dalle Università potresti richiedere un contributo per pagare l’alloggio o addirittura potresti ottenere un alloggio in una casa per studenti fuori sede.

Un ulteriore contributo economico da richiedere sono le borse di studio regionali che danno diritto ad un aiuto, in termini economici, a tutti gli studenti, capaci e meritevoli, ma privi di mezzi, iscritti nelle università che hanno sede nella Regione. Chi vince o comunque viene ritenuto idoneo alla borsa di studio ha, inoltre, la possibilità di non pagare le tasse universitarie.

Inoltre, tenete d’occhio il regolamento e i provvedimenti emanati a favore degli studenti da parte delle aziende pubbliche di trasporto che spesso danno la possibilità agli studenti che rientrano in determinati requisiti di reddito e di merito di farsi rimborsare dal 20 al 50% dell’abbonamento mensile, per i trasporti urbani ed extraurbani e delle Regioni che assegnano con un bando annuale, a seconda delle condizioni di reddito, un certo numero di abbonamenti gratuiti.

Fonte Immagine: italiafutura.it

Tags:

Sorry, Comments are closed.