Sul sito Italia Ora è possibile (ogni secondo!) avere un aggiornamento su dati a scala nazionale, relativi alla popolazione, economia, società, media e comunicazione, sicurezza e giustizia, costi della politica e lavoro.

Ci soffermiamo sui media e comunicazione alle voci: sms, cellulari e abbonamenti di telefonia mobile. I contatori non si fermano mai: dato inequivocabile di un uso e consumo sempre in aumento, come mezzo di comunicazione di massa.

Dall’altro lato i numeri da capogiro di guadagni bassissimi e di disoccupazione. Perciò questo articolo è rivolto a coloro che usano frequentemente i cellulari ma che vogliono risparmiare un po’. Cinque consigli per chi vuole risparmiare, mantenendo contatti e relazioni con amici e conoscenti.

  1. Se hai parenti ed amici che vivono lontano, anche all’estero, esiste la modalità Voip (Voce tramite protocollo Internet). Attraverso questa modalità è possibile, oltre che chattare e inviare file, telefonare e vedere via web il proprio interlocutore. Si sfrutta una connessione internet oppure una qualsiasi rete che faccia da commutazione di pacchetto (protocollo Ip senza connessione per trasmissione dati, per esempio rete LAN). I vantaggi sono minor costi di chiamata, specie a lunghe distanze, e alcune compagnie sono addirittura gratuite. Esempi sono Skype e Eutelia Voip.
  2. Se sei un libero professionista con p.iva è possibile detrarre i costi come costi di gestione o di attività. Le spese sono detraibili al 50% e, nel caso fosse dimostrato un uso esclusivo professionale o aziendale, è possibile una detrazione del 100%. Dopo la finanziaria del 2008 è previsto, nel caso di detrazione al 100% dei costi sostenuti, un controllo a campione da parte del Fisco. E’ consigliabile, dunque, usufruire di una detrazione del 50%.
  3. E’ faticoso e difficile districarsi tra le mille offerte delle varie compagnie, che con accattivanti pubblicità o insistenti telefonate dai call center, ti assicurano risparmi ed offerte vantaggiose ad hoc. Prima di recarsi a qualsiasi centro specializzato o accettare proposte telefoniche irrinunciabili, consiglio di stilare un prospetto dei costi sostenuti nei mesi precedenti o durante l’anno. Stabilire quanto e come usate il vostro cellulare: chiamate estere, a fissi, ad altre compagnie, al fidanzato, numero di sms, internet o altri servizi.
  4. Se poi si vuole usufruire di servizi aggiuntivi come adsl, possibilità di avere uno smartphone, posta elettronica certificata, Ip statico o dominio esistono offerte particolari da compagnie come BT Suite Office in versione Studio, Vip Suite Club e One Company. Questi operatori si rivolgono soprattutto a clienti business, alle piccole e medie imprese. Infatti oltre ad offerte sulla telefonia convenzionali, presentano pacchetti personalizzati per connessione adsl, apparati aziendali come laptop, stampanti, noleggio o comodato d’uso di telefoni.
  5. Il vero risparmio è il non consumo. Studi approfonditi condotti in 5 Paesi (Gran Bretagna,,Olanda e Paesi Scandinavi) hanno evidenziato gli effetti negativi dell’uso prolungato di cellulari.

Quali sono i danni o le potenziali malattie? Da meno gravi quali emicrania e disturbi neurologici a gravissimi come cancro.  Nel dubbio e nell’attesa del momento in cui la scienza darà una risposta univoca, evidenziamo come i cellulari, tv e pc, determinano cambiamenti psico-relazionali, sono strumenti di controllo o sfogo di deficienze affettive, disturbi comportamentali e dipendenza ossessiva.

D’altro canto i vantaggi sono innumerevoli ed è spesso usato per combattere la solitudine e l’isolamento. Il consiglio è di limitarne l’uso: un caffè o thè con le amiche al bar, una gita in un bosco perirubano o una passeggiata al mare possono essere molto più emozionanti.

Occasioni per chiaccherare senza il pericolo di intercettazioni o disguidi. Lasciando per una volta il cellulare a casa.

Tags:

Sorry, Comments are closed.