In questo periodo di crisi economica caratterizzato da tagli generalizzati, c’è una piccola buona notizia per tutti coloro che sono alle prese con la ristrutturazione della propria casa. La buona notizia in questione è che il governo, attraverso la  nuova bozza del Decreto Sviluppo, ha intenzione di aumentare la detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie. La proposta formulata prevede che la detrazione, che attualmente si attesta al 36%, debba salire al 50%, dunque si tratta per una volta di una agevolazione piuttosto considerevole.

Il decreto di cui stiamo parlando è naturalmente quello della Crescita, che è stato predisposto dal Ministro Passera, e del quale sicuramente avrete già sentito parlare. Ma è il caso di fare un piccolissimo passo indietro e andare proprio al provvedimento numero uno, quello che prevede la detrazione del 36%. Questa agevolazione risale ormai al 1997 e nel corso del tempo si è guadagnata grande favore da parte dei contribuenti. Il seguente decreto prevede un tetto massimo del limite di importo detraibile pari a 48 mila euro. Ma vediamo quello che invece viene a cambiare con il nuovo bonus previsto dal governo.

Secondo il nuovo bonus tutti coloro che dovranno affrontare dei lavori di ristrutturazione della propria casa, o anche di riqualificazione del condominio in cui risiedono, potranno usufruire di un incentivo maggiore. Come abbiamo già detto, l’aumento dello sgravio fiscale non è da poco visto che si passa dal 36% al 50%, con un tetto massimo dell’importo detraibile pari a 96 mila euro. Questo significa che sarà molto più conveniente per i cittadini effettuare dei lavori di riqualificazione dei propri immobili.

L’ulteriore novità è quella di una conferma per sempre dell’aliquota a 55%. Il provvedimento predisposto dal governo si pone naturalmente l’obiettivo evidente di risollevare un settore come quello delle costruzioni, negli ultimi tempi in netta e forte crisi, cercando proprio di contribuire in questo modo alla sua ripresa.

Tags:

Sorry, Comments are closed.