thumb.phpLe prime a dare il via ai saldi invernali 2013 sono state la Campania, la Sicilia e la Basilicata, seguite a ruota da tutte le altre regioni. Anche voi non vedevate l’ora che i saldi avessero inizio per dare una rispolverata al vostro armadio? In effetti in questi tempi di crisi, in cui le spese degli italiani si sono drasticamente ridotte, i saldi sono l’unica occasione per spendere. Ma attenzione a spendere bene! La parola saldi che appare in questo periodo sulla vetrina di tutti i negozi non è sempre garanzia di acquisti convenienti. Pertanto, vediamo in che modo difenderci dalle truffe o da acquisti sbagliati.

Fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio. Gli antichi proverbi non sbagliano mai, per questo fareste bene a controllare sempre i prezzi scontati proposti. La tattica più furba è quella di andare in perlustrazione nei giorni precedenti l’avvio dei saldi, adocchiare qualcosa che ci piace e tenere bene a mente il suo prezzo.

Questo dovrà poi essere verificato una volta iniziati i saldi, per accertarsi che il costo sia effettivamente calato. L’altra mossa intelligente è quella di non fermarsi al primo negozio, ma di confrontare i prezzi proposti da più venditori. Insomma, non siate pigri! Potreste scoprire che l’articolo che vi piace costa meno a pochi metri di distanza da dove l’avete visto ad un costo più elevato.

Dovete soprattutto diffidare di sconti molto alti, superiori al 50%, soprattutto se proposti nei primi giorni dei saldi. Diffidate anche degli articoli la cui disponibilità è troppo ampia. Se ad esempio vedete un maglione e scoprite che è disponibile in tutti i colori e tutte le taglie, probabilmente si tratta di un maglione immesso sul mercato esclusivamente per i saldi, ad un costo fintamente scontato. Ed infine guardatevi bene da quei negozi che non vi danno la possibilità di cambiare gli articoli acquistati. Se la merce è difettosa è un vostro diritto cambiarla, anche in tempo di saldi!

Fonte immagine: vettorialigratis.it

Tags:

Sorry, Comments are closed.