Auto d’Epoca: come richiedere l’Esenzione del Bollo

auto d epoca1 300x225 Auto dEpoca: come richiedere lEsenzione del BolloPossedete un’auto d’epoca? Allora siete doppiamente fortunati, visto che oltre ad avere un veicolo di grande fascino, che tutti vi invidiano, potete anche pagare meno tasse degli altri. Chi è possessore di un’auto d’epoca può infatti essere dal pagamento del bollo, ovvero la tassa di proprietà che si deve pagare per la stragrande maggioranza dei veicoli che circolano sulle nostre strade.

E soprattutto  in questo periodo in cui gli italiani sono costretti a sobbarcarsi spese legate alle proprie auto sempre più considerevoli, dal caro benzina agli aumenti delle polizze assicurative, possono almeno gioire coloro che hanno in garage un’automobile d’altri tempi. Pertanto, vediamo in che modo il possessore di un’auto d’epoca può richiedere l’esenzione del bollo.

Per prima cosa occorre fare un’importante puntualizzazione: quali veicoli possono considerarsi auto d’epoca. Rientrano in questa categoria le automobili costruite da almeno vent’anni. Quelle ancor più vecchie, ovvero costruite almeno trent’anni fa, fanno parte della categoria delle auto storiche, ed in tal caso avere diritto all’esenzione del bollo è ancora più semplice. Per le auto storiche, infatti, si può non pagare il bollo soltanto segnalando la prima data dell’immatricolazione che si trova sul libretto. Anche per le auto d’epoca non è difficile ottenere l’esenzione.

Prima di richiedere l’esenzione dovete assicurarvi che l’auto, oltre ad avere almeno vent’anni, risponda ai seguenti requisiti: non deve essere usata per motivi lavorativi o per fini commerciali; deve essere tenuta in modo decoroso; la carrozzeria ed il telaio, se hanno riportato delle modifiche, devono essere regolarmente registrati; il motore deve essere dal punto di vista tecnico equivalente al motore della casa costruttrice. Inoltre, per poter richiedere l’esenzione, occorre segnalare la propria auto all’ASI, l’Automotoclub Storico Italiano. E’ sufficiente la segnalazione, senza dover pagare la quota d’iscrizione. Dal momento in cui la vostra auto compare nella lista redatte dall’ASI potrete essere esenti dal pagamento del bollo.

Fonte immagine: assicurazioni-online.eu

Articolo scritto da angelal | Categoria: Tasse.


Tags: , ,