Vi è mai capitato di dimenticare completamente di pagare il bollo per la vostra auto o moto e di rendervene conto magari solo l’anno successivo senza sapere, a quel punto, quanto avreste dovuto corrispondere? A risolvere questi piccoli grandi problemi da oggi c’è il Web che, grazie ad una serie di strumenti creati appositamente per lo scopo, permettono di conoscere l’importo in euro da versare per il rinnovo del bollo su auto e motociclette.

Utilizzarlo è davvero semplice in quanto le informazioni richieste sono davvero poche e potrete compiere tutte le azioni richieste direttamente on line senza scaricare alcun software. Innanzitutto cercate su Google un tool per il calcolo del bollo per auto e moto. Noi, però, ve ne consigliamo uno già provato e a nostro parere efficace che è lo strumento disponibile al sito strumenti.economia.virgilio.it.

Una volta aperta la pagina Web col programma per il calcolo del bollo, non dovrete far altro che inserire tutte le voci richieste. Si parte dalla tipologia del veicolo: auto, moto, rimorchio o ciclomotore. Una volta scelta la tipologia sarà necessario inserire la targa e procedere premendo il tasto calcola che provvederà a darvi in pochissimi istanti tutte le informazioni.

Qualora decideste di calcolare il bollo partendo dai Kw e dai cavalli di potenza del veicolo, non vi servirà altro che riempire il tool sottostante con la potenza in Kw, quella in Cv, la direttiva Euro seguita, il tipo di veicolo,la Regionedi immatricolazione e l’eventuale presenza di un impianto GPL o metano. Anche in questo caso, un po’ più lungo del precedente, basterà cliccare su calcola per ottenere l’importo preciso da pagare per il bollo.

La cosa interessante di questo tool on line è che se l’utente procede al calcolo in un periodo successivo a quello di pagamento (per periodo di pagamento si intende il mese successivo alla scadenza del bollo), il programma riporterà non solo l’importo standard da pagare in base alla vettura ma anche quello relativo alle eventuali sanzioni maturate per il ritardato pagamento fino a quel momento.

Qualora, infine, l’utente proceda al controllo dell’importo da pagare per il bollo in un periodo antecedente a quello effettivo di pagamento, il sistema farà riferimento all’anno precedente fornendo chiare informazioni riguardo alle maggiorazioni dovute rispetto all’ultimo pagamento.

Foto: paid2write.org

Tags:

Sorry, Comments are closed.