Il governo continua la tanto agoniata battaglia contro gli evasori, e apre a soluzioni innovative ma anche controverse. Sotto osservazione, da poco tempo a questa parte, sono finite anche le spese telefoniche, sia inerenti all’acquisto di telefoni cellulari (ormai comunissimi sono gli Smarthphone) sia per quanto riguarda le spese gestite dalle compagnie telefoniche (in pratica il credito che si consuma o si ricarica ed eventuali “pacchetti” acquistati).

Ovviamente questi controlli sono stati pensati per stare al passo con i tempi: infatti la vendita di telefoni cellulari è in costante crescita, che sono diventati ormai un mantra per giovani e non solo. Proprio guardando questi dati l’Agenzia delle Entrate ha deciso di fare la sua mossa. Il provvedimento 10563 imporrà a tutte le compagnie telefoniche di fornire i dati dei loro affiliati all’agenzia entro il 30 Aprile di ogni anno (in via eccezionale per quest’anno la data di scadenza sarà il 30 Settembre). In questo modo i tecnici dovranno stabilire le spese sono congrue con quanto dichiarato, e potranno farlo con le informazioni avute dalle compagnie, che riguarderanno in particolare: nome, codice fiscale, utenza telefonica e, naturalmente, fatturati e consumi. In caso di incongruenze tra dichiarazione e spese, scatteranno immediatamente i controlli da parte della finanza.

La maggiore novità di questo decreto sta nel controllo dei telefoni privati (sia fissi che mobili), dato che i controlli venivano già eseguiti suelle utenze business (in pratica le utenze delle imprese o legate ad una partita iva). I dati raccolti avranno poi anche valenza legale, dato che potranno essere usati per comprovare il reato di evasione in tribunale ancor prima che il soggetto lo ammetta. Naturalmente c’è chi storterà sicuramente il naso per la questione della privacy, di cui però non possiamo giudicare, sperando ovviamente che i dati non vengano pubblicati troppo facilmente. Insomma, in questo periodo di forte crisi, la lotta all’evasione sembra farsi davvero serrata.

Foto: movimento5stellerovigo.it

Tags:

Sorry, Comments are closed.