Dopo il gran parlare che si è fatto sulla reintroduzione dell’ICI, oggi chiamata IMU, è quasi arrivato il momento di corrispondere la prima parte dell’imposta municipale sul possesso della propria abitazione. 6 giugno, 6 settembre e 6 dicembre, infatti, sono le tre date importanti che i cittadini dovranno ricordare per pagare l’importo dovuto.

Nelle prime due rate, giugno e settembre quindi, sarà corrisposto un terzo per volta senza interessi né sanzioni pecuniarie dell’intero importo mentre a dicembre dovrà essere corrisposto il saldo totale restante che dovrà necessariamente tener conto di eventuali rialzi delle aliquote stabiliti dai Comuni italiani.

L’opzione del pagamento in tre rate, che – ricordiamolo – può anche essere ignorata pagando l’intero importo in due soluzioni anziché tre, è valevole solo per l’IMU pagata sulla prima casa e per agevolare i cittadini vista la reintroduzione, inaspettata per molti, dell’imposta. Questa stessa opzione, però, sarà in vigore solo per l’anno in corso mentre dal prossimo 2013 gli appuntamenti per pagare l’IMU saranno quelli di giugno e dicembre.

Il pagamento potrà avvenire tramite i già conosciuti modelli F24 messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate. Il vecchio modello cartaceo, valevole sino al 31 maggio 2013, sarà poi sostituito con la nuova versione a partire dal 1 giugno del prossimo anno. Nel frattempo è comunque possibile per chi ha un po’ di dimestichezza col Web utilizzare il modello in formato elettronico già presente al sito ufficiale delle Agenzie delle Entrate.

Per quest’anno, nel quale la reintroduzione dell’IMU ha creato un po’ di scompiglio generale, sarà inoltre possibile pagare la rata con bollettino postale ma ciò varrà solo per il pagamento di dicembre, quindi per il saldo finale.

Fate inoltre attenzione a cosa il vostro Comune di residenza abbia deciso in materia di aliquote. Se, infatti, il Comune nel quale risiedete ed avete casa ha scelto per una soglia più bassa delle aliquote (che attualmente sono al 4% per la prima casa e al 7,6 per altre proprietà), potrebbero sorgere problemi per la terza rata di quest’anno. Chiedete preventivamente delucidazioni presso il Municipio onde evitare spiacevoli equivoci e pagamenti extra.

Foto: adiantum.it

Tags:

Sorry, Comments are closed.