Se avete in mente di effettuare dei lavori per ristrutturare casa vostra sappiate che potete usufruire delle agevolazioni fiscali mediante le quali finanziare parte dei lavori. Per richiederle, però, dovete essere i proprietari  o i titolari dell’abitazione presso la quale verranno effettuati i lavori.

Quindi, anche gli affittuari hanno diritto di richiedere le detrazioni per dei lavori che riguarderanno la costruzione di ascensori, gli interventi per garantire il risparmio energetico, i lavori di rifacimento bagni, lavori di risanamento e restauro immobili, opere di ristrutturazione, come il rifacimento dell’affacciata o dei balconi e così via.

Oppure si può richiedere la detrazione Irpef per tutti gli interventi che prevedono la costruzione di posti auto, l’abbattimento delle barriere architettoniche per invalidi, l’installazione di misure di sicurezza quali le telecamere, le porte blindate, i vetri antisfondamento, le inferriate di scale o balconi, e per tutte le misure che servono a tutelare un cittadino dagli atti di violenza o di furto.

Non è possibile richiedere le agevolazioni fiscali per i lavori di manutenzione ordinaria quali il rifacimento dell’intonaco, il rinfresco della pittura, il posizionamento di infissi e così via. Per tutti gli altri interventi previsti dalla legge è possibile chiedere la detrazione Irpef del 36% per una spesa massima di euro 48 mila, suddivisa in 10 anni.

Prima di iniziare i lavori, però, sarà necessario munirvi degli appositi moduli per richiedere la detrazione e comunicare la data di inizio dei lavori all’Agenzia delle entrate e alla Asl di competenza. Ed ancora, sarà necessario effettuare i pagamenti delle spese detraibili tramite bonifico bancario o postale, al fine di dimostrare i lavori effettivamente svolti.

Fonte Immagine:economia.tuttogratis.it

Tags:

Sorry, Comments are closed.