Proprietari di immobili preparatevi a versare l’Imu. L’Imu sostituirà l’Ici ed l’Irpef, salvo che gli immobili non siano affittati. Pertanto, la seconda casa non sarà più da indicare nel modello Unico come reddito catastale per il calcolo dell’Irpef, né gli immobili sfitti. Le abitazioni concesse in uso gratuito a parenti, inoltre, non si considereranno più assimilate all’abitazione principale, perciò saranno trattate come le seconde case (dove sparirà la maggiorazione di un terzo).

La base imponibile si calcola prendendo la rendita dell’immobile, rivalutata del 5%, e moltiplicandola per un coefficiente fisso, a seconda del tipo di immobile: categoria catastale nuovo moltiplicatore della r.c. A e C2, C6, C7 160. B, C3, C4, C5 140. A10 e D5 80. D (ESCLUSO D5) (dall’1.1.2013 passa a 65) 60 e C1 55.

Per i fabbricati del gruppo catastale D – non iscritti in catasto, interamente posseduti da imprese e distintamente contabilizzati – il valore è determinato sulla base dei costi di acquisizione e di incremento (contabilizzati al lordo delle quote di ammortamento), aggiornati da appositi coefficienti stabiliti annualmente dal Ministero dell’Economia.

Per le aree fabbricabili la base imponibile è data dal valore commerciale che risulta al 1° gennaio dell’anno di imposizione.

Per i terreni agricoli la base imponibile è data dal reddito dominicale risultante in catasto al 1° gennaio dell’anno di tassazione, rivalutato del 25% e poi moltiplicato per 75.

L’ammontare dell’imposta deve essere proporzionale ai mesi dell’anno solare durante i quali si è avuto il possesso: il mese in cui la proprietà o il diritto reale di godimento si è protratto solo in parte è computato per intero se il contribuente ha posseduto l’immobile per almeno 15 giorni, mentre non è conteggiato se il possesso è durato meno di 15 giorni. In sostanza, vale il criterio di “prevalenza temporale”. Così, ad esempio, se un atto di vendita è stato stipulato il 16 marzo, il mese andrà computato per intero solo per il venditore.

Fonte Immagine: case.mitula.it

Tags:

Sorry, Comments are closed.