È successo così, all’improvviso e senza che nessuno se lo potesse mai aspettare. Così migliaia di turisti si sono trovati a fare i conti con voli cancellati, destinazioni per le vacanze sempre più lontane e risparmi, messi da parte con i sacrifici che conosciamo, che sembravano volare via, loro almeno, senza che nessuno potesse far nulla.

Le sorti della compagnia aerea Windjet che ha creato questo trambusto sono ancora oggi non meglio definite. Non si sa, infatti, se la società riuscirà a scampare al fallimento né se sarà trovato un nuovo acquirente. Nel frattempo, però, gli aerei restano fermi ed ogni giorno senza volare è una speranza in meno che la compagnia ha di risollevarsi.

Ma ora cosa può fare il consumatore per tutelarsi? Forse la prima risposta che forniremo farà storcere il naso a molti. Con la compagnia in questo limbo, per ora, coloro che hanno visto scomparire nel nulla il loro volo (e i loro soldi) non possono fare molto. La situazione, però, cambierà in fretta in un senso o nell’altro e quello che si può consigliare a tutti gli sfortunati clienti della società fantasma è di conservare tutte le ricevute delle spese che si sono dovute affrontare per far fronte ai danni arrecati dal volo mancato.

Più in generale, però, cosa avviene quando accade una simile circostanza? Le possibilità sono due. Il biglietto, infatti, può essere “riprotetto” (ovverosia passato su un altro volo, della stessa o di un’altra compagnia, senza spese ulteriori e con condizioni di viaggio che non si discostino da quelle per il volo pagato) oppure rimborsato. L’una o l’altra soluzione dovrebbero in ogni caso essere scelte sempre dal cliente che si è trovato vittima del disagio.

La compagnia aerea dovrebbe comunque assistere i clienti in ogni caso ed offrire a ciascuno una compensazione pecuniaria dai 250 ai 600 euro, variabile a seconda della lunghezza del volo non effettuato. Tale compensazione, però, non va erogata nel caso i passeggeri fossero stati avvisati con almeno due settimane di anticipo della cancellazione del loro volo.

Foto: tg24.sky.it

Tags:

Sorry, Comments are closed.